Riparazioni e sostituzioni vetrine e vetri a Milano 24h

sostituzione vetri rotti finestre

Se hai un vetro rotto, vetro di una finestra, vetro stampato di una porta interna o vetro doppio contatta  il Vetraio, un vetraio di Milano, sarà  in breve tempo da voi, provedendo alla sostituzione del vetro.

 

Vetraio Milano  è in grado di sostituire qualsiasi tipologia di vetro, dal vetro antisfondamento al vetro di una finestra, dal vetro stampato al doppio vetro,eseguendo la sostituzione del vetro in base alla vostre esigenze.

 

Il vetraio in zona, intervendo tempestivamente, vi mette al sicuro da eventuali incedenti domestici che possono avvenire.

Sostituire il vetro su misura della vostra finestra, a domicilio, nel vostro appartamento, riduce notevolmente le tempistiche, i costi.

Vetraio Milano è in grado di rispondere efficacemente a tutte le emergenze, grazie ad un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

 

La nostra azienda, si avvale di collaboratori seri e affidabili in grado di risolvere prontamente e a prezzi onesti qualsiasi situazione di emergenza.

 

 

 

 

 

Contattaci subito

Sostituzione di Vetri Finestre

Vetraio a Milano zona Quinto Romano offre una vasta gamma di servizi di manutenzione serramenti e infissi, sostituzione immediata del vetro singolo.

Tra questi uno dei più importanti e richiesti  riguarda la sostituzione di vetri per finestre. Nel caso si verifichi la rottura o la crepatura di vetri la ditta Arte del Vetraio effettua la sostituzione delle parti danneggiate in tempi molto rapidi e a prezzi contenuti.
Realizziamo ogni tipo di vetro per finestre, portefinestre, lucernai, grandi vetrate, per privati ed aziende situata a 
Milano zona Quinto Romano

Si effettua a prezzi convenienti il lavoro di sostituzione dei vetri di:

  • finestre in legno
  • finestre legno/alluminio,
  • finestre in alluminio.
  • finestre in pvc

nostri lavori

  •  vetrine
  •  vetro anti rumore
  •  vetrine dei negozzi
  •  serramenti dei vetri
  •  gattaiole
  •  foro condizionatore
  •  specchi per il bagno
  •  vetro armato
  •  vetro artistico
  •  vetro all'aventurina
  •  vetro bianco
  •  vetro cattedrale
  •  vetroceramica
  •  vetro cristallo
  •  vetro fotosensibile
  •  vetro di gel
  •  vetro ghiaccio
  •  vetro lammelare
  •  vetro di sicurezza
  •  vetro satinato
  •  vetro smerigliato
  •  vetro specchi
  •  vetro speciale
  •  specchio antifortunistici
  •  specchio palestra
  •  spechio per il bagno
  •  specchi per l'amadio
  •  specchio su miosura

un pèo di storia di Milano e dei suoi quartieri

un pèo di storia di Milano e dei suoi quartieri

Il nome deriva dal fatto che il nucleo iniziale del borgo era distante 5 miglia romane dal centro della città di Milano e verosimilmente era il luogo di una delle stazioni di posta posizionate in modo regolare ad intervalli di un miglio su tutte le strade romane. Tale origine è comune a svariati altri borghi nei pressi di Milano, tuttora autonomi ovvero inglobati dalla metropoli: Quarto Oggiaro, Quarto Cagnino, Quinto de' Stampi, Quintosole, Sesto San Giovanni, Sesto Ulteriano, Settimo Milanese, Cascina Occhiate (Brugherio), Cascina Occhiò (San Giuliano Milanese), Novate Milanese, e di altre grandi città italiane. Il suo territorio confinava con Trenno a nord, Quarto Cagnino ad est, Baggio a sud, e Settimo Milanese e Figino di Milano ad ovest.

Nel 1757, a causa della riforma teresiana, vi vengono annesse Cassina del Maino, Cassina Caldera e Malpaga, che restano frazioni fino al principio del 1800.

Da Quinto Romano, in epoca romana, passava la via delle Gallie, strada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia. Compresa nella parrocchia di Trenno, nell'estimo voluto dall'imperatrice Maria Teresa nel 1771 Quinto Romano contava 338 abitanti.[2] In età napoleonica, nel 1809, il comune di Quinto Romano fu annesso a Figino, a sua volta incorporato a Settimo nel 1811: furono comunque gli austriaci ad annullare il tutto nel 1816. All'Unità nel 1859, Quinto Romano aveva 630 abitanti, mentre al primo censimento nazionale del 1861 ne venivano registrati 716. Nel 1869 fu soppresso come comune autonomo, diventando frazione dell'allora comune di Trenno, a sua volta annesso a Milano nel 1923.

Quinto Romano, anche per la considerevole distanza dal centro di Milano, mantenne un aspetto rurale fino agli anni sessanta del Novecento, rimanendo una borgata agricola ricca di cascine. A tutt'oggi il quartiere ha conservato alcune caratteristiche agricole che si mescolano allo sviluppo urbano tipico di un quartiere periferico di una grande città.

indice