Riparazioni e sostituzioni vetrine e vetri a Milano 24h

sostituzione vetri rotti finestre

Se hai un vetro rotto, vetro di una finestra, vetro stampato di una porta interna o vetro doppio contatta  il Vetraio, un vetraio di Milano, sarà  in breve tempo da voi, provedendo alla sostituzione del vetro.

 

Vetraio Milano  è in grado di sostituire qualsiasi tipologia di vetro, dal vetro antisfondamento al vetro di una finestra, dal vetro stampato al doppio vetro,eseguendo la sostituzione del vetro in base alla vostre esigenze.

 

Il vetraio in zona, intervendo tempestivamente, vi mette al sicuro da eventuali incedenti domestici che possono avvenire.

Sostituire il vetro su misura della vostra finestra, a domicilio, nel vostro appartamento, riduce notevolmente le tempistiche, i costi.

Vetraio Milano è in grado di rispondere efficacemente a tutte le emergenze, grazie ad un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

 

La nostra azienda, si avvale di collaboratori seri e affidabili in grado di risolvere prontamente e a prezzi onesti qualsiasi situazione di emergenza.

 

 

 

 

 

Contattaci subito

Sostituzione di Vetri Finestre

Vetraio a Milano zona Quarto Cagnino offre una vasta gamma di servizi di manutenzione serramenti e infissi, sostituzione immediata del vetro singolo.

 

Vetraio a Milano in via circo è a vostra disposizione 24h/7gg

Vetraio a Milano in via Torino è a vostra disposizione 24h/7gg

Vetraio a Milano in via Santa Maria alla porta è a vostra disposizione 24h/7gg

Vetraio a Milano in corso Magenta è a vostra disposizione 24h/7gg

Tra questi uno dei più importanti e richiesti  riguarda la sostituzione di vetri per finestre. Nel caso si verifichi la rottura o la crepatura di vetri la ditta Arte del Vetraio effettua la sostituzione delle parti danneggiate in tempi molto rapidi e a prezzi contenuti.
Realizziamo ogni tipo di vetro per finestre, portefinestre, lucernai, grandi vetrate, per privati ed aziende situata a 
Milano zona Quarto Cagnino

Si effettua a prezzi convenienti il lavoro di sostituzione dei vetri di:

  • finestre in legno
  • finestre legno/alluminio,
  • finestre in alluminio.
  • finestre in pvc

 

nostri lavori

  •  vetrine
  •  vetro anti rumore
  •  vetrine dei negozzi
  •  serramenti dei vetri
  •  gattaiole
  •  foro condizionatore
  •  specchi per il bagno
  •  vetro armato
  •  vetro artistico
  •  vetro all'aventurina
  •  vetro bianco
  •  vetro cattedrale
  •  vetroceramica
  •  vetro cristallo
  •  vetro fotosensibile
  •  vetro di gel
  •  vetro ghiaccio
  •  vetro lammelare
  •  vetro di sicurezza
  •  vetro satinato
  •  vetro smerigliato
  •  vetro specchi
  •  vetro speciale
  •  specchio antifortunistici
  •  specchio palestra
  •  spechio per il bagno
  •  specchi per l'amadio
  •  specchio su miosura

Da Quarto Cagnino, in epoca romana, passava la via delle Galliestrada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia. Un tempo Quarto Cagnino era un borgo del Milanese già noto nell'epoca romana e, poi, nel Medioevo come borgo agricolo. Quarto Cagnino, in particolare, distava quattro miglia da Milano, da cui il nome in latino del centro abitato (Ad Quartum), che esisteva già in questa epoca storica.

Il suo territorio confinava coi Corpi Santi a nord e a est, con Sellanova e Baggio a sud, e con Quinto Romano ad ovest. Fino a un secolo fa Quarto Cagnino era un piccolo centro, che si affacciava sulla strada per il Vercellese, l'odierna via Novara. Di questo passato oggi rimane la via principale della borgata e alcuni rari fabbricati agricoli.

Periodo 1346-1798

Dagli “Statuti delle acque e delle strade del contado di Milano” - fatti nel 1346 - fino al 1798 Quarto Cagnino risulta essere incluso nel ducato di Milano, pieve di Trenno. In questi secoli, dalle risposte ai vari quesiti della giunta del censimento, la popolazione passò dai 120 ai 239 abitanti (estimo voluto dall'imperatrice Maria Teresa nel 1771). A tutela dell'ordine pubblico e quale responsabile dell'ordinaria amministrazione degli affari, vi era un console eletto dai cinque compossessori della comunità.

Periodo 1798-1853

Con una serie di provvedimenti normativi, che si sono succeduti tra il 1798 e il 1853, Quarto Cagnino è stato inserito progressivamente nel distretto di Baggio, di Sedriano e, infine, in quello di Bollate. Nel 1853 a Quarto Cagnino si contavano 397 abitanti.

Tuttavia, è da rilevare che in età napoleonica, nel 1808 (con decreto 9 febbraio 1808), il comune di Quarto Cagnino venne soppresso e, per la prima volta, annesso a Milano. Tale inclusione nel Circondario esterno del comune di Milano durerà solo 8 anni: verrà annullata dagli austriaci nel 1816.

Quarto Cagnino nel Regno d'Italia

Alla costituzione del Regno d’Italia, nel 1861, il comune aveva una popolazione residente di 473 abitanti. In base alla legge sull'ordinamento comunale del 1865 il comune veniva amministrato da un sindaco, da una giunta e da un consiglio.

Tuttavia, per mezzo del Regio Decreto 17 gennaio 1869, n. 4827, Quarto Cagnino venne annesso al comune di Trenno, insieme a Figino e Quinto Romano. Successivamente, per mezzo del Regio Decreto 2 settembre 1923, n. 1912, Trenno e altri dieci comuni vennero aggregati al comune di Milano e, inevitabilmente, Quarto Cagnino ne seguì le sorti.

Il dopo-guerra.

Fino agli anni cinquanta del novecento Quarto Cagnino si presentava, insieme ad una ventina di cascine, come un territorio prevalentemente agricolo: l'area per tradizione era dedita alla risicoltura.

Tra il 1967 e 1973, tuttavia, è iniziata la pianificazione e la realizzazione del quartiere GESCAL all'interno di uno dei lotti del piano per l'edilizia popolare seguito alla legge 167 del 18/4/1962 per l'edilizia economica e popolare. Tale progetto – in mano agli architetti Matilde Baffa, Mario Ghidini e Vincenzo Montaldo - prevedeva la costruzione di 1100 nuovi alloggi per circa 5000 residenti.[14]

Il quartiere GESCAL si è sviluppato secondo la tipologia "a stecca", con corpi lunghi appoggiati su pilotis rotondi e isole adibite a spazio pubblico e semi-pubblico. Le caratteristiche principali di queste megastrutture sono almeno due: la presenza di un corpo di fabbrica principale (lungo anche 360 metri) ai cui lati si collega una struttura di ordine minore sotto la quale, per non doverla interrompere, spesso scorrono le strade pubbliche; la presenza di grandi pilastri circolari - nel cui interno cavo trovano posto i corpi scala - e ovali, adibiti a spazio per il gioco dei bambini e per la vita pubblica dei condomini.

Il quartiere è servito da cinque linee automobilistiche ATM (49, 64, 72, 78 e 80). Nelle adiacenze si trovano l'ospedale San Carlo, il Parco delle cave dove è possibile ammirare lo spettacolo delle lucciole di sera tra fine maggio ed inizio giugno (passeggiata chiamata "Lusiroeula"), il Parco Trenno, il centro sportivo Kennedy e lo stadio Meazza.

Nel 2013 è nato il gruppo sportivo A.S.D. Atletico S.Elena, con sede presso la parrocchia di S.Elena, Via S.Elena 5.

indice

L'interessato letta l'informativa sotto riportata accetta espressamente la registrazione ed il trattamento dei propri dati che avverrà premendo il tasto 'Invia'.
Leggi l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679