Riparazioni e sostituzioni vetrine e vetri a Milano 24h

Sostituzione di Vetri Finestre rotti

Se hai un vetro rotto, vetro di una finestra, vetro stampato di una porta interna o vetro doppio contatta  il Vetraio, un vetraio di Milano, sarà  in breve tempo da voi, provedendo alla sostituzione del vetro.

 

Vetraio Milano  è in grado di sostituire qualsiasi tipologia di vetro, dal vetro antisfondamento al vetro di una finestra, dal vetro stampato al doppio vetro,eseguendo la sostituzione del vetro in base alla vostre esigenze.

 

Il vetraio in zona, intervendo tempestivamente, vi mette al sicuro da eventuali incedenti domestici che possono avvenire.

Sostituire il vetro su misura della vostra finestra, a domicilio, nel vostro appartamento, riduce notevolmente le tempistiche, i costi.

Vetraio Milano è in grado di rispondere efficacemente a tutte le emergenze, grazie ad un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

 

La nostra azienda, si avvale di collaboratori seri e affidabili in grado di risolvere prontamente e a prezzi onesti qualsiasi situazione di emergenza.

 

 

 

 

 

Contattaci subito

Sostituzione di Vetri Finestre

Vetraio a Milano zona Loreto offre una vasta gamma di servizi di manutenzione serramenti e infissi, sostituzione immediata del vetro singolo.

 

Vetraio a Milano in via circo è a vostra disposizione 24h/7gg

Vetraio a Milano in via Torino è a vostra disposizione 24h/7gg

Vetraio a Milano in via Santa Maria alla porta è a vostra disposizione 24h/7gg

Vetraio a Milano in corso Magenta è a vostra disposizione 24h/7gg

Tra questi uno dei più importanti e richiesti  riguarda la sostituzione di vetri per finestre. Nel caso si verifichi la rottura o la crepatura di vetri la ditta Arte del Vetraio effettua la sostituzione delle parti danneggiate in tempi molto rapidi e a prezzi contenuti.
Realizziamo ogni tipo di vetro per finestre, portefinestre, lucernai, grandi vetrate, per privati ed aziende situata a 
Milano zona loreto

Si effettua a prezzi convenienti il lavoro di sostituzione dei vetri di:

  • finestre in legno
  • finestre legno/alluminio,
  • finestre in alluminio.
  • finestre in pvc

 

nostri lavori

  •  vetrine
  •  vetro anti rumore
  •  vetrine dei negozzi
  •  serramenti dei vetri
  •  gattaiole
  •  foro condizionatore
  •  specchi per il bagno
  •  vetro armato
  •  vetro artistico
  •  vetro all'aventurina
  •  vetro bianco
  •  vetro cattedrale
  •  vetroceramica
  •  vetro cristallo
  •  vetro fotosensibile
  •  vetro di gel
  •  vetro ghiaccio
  •  vetro lammelare
  •  vetro di sicurezza
  •  vetro satinato
  •  vetro smerigliato
  •  vetro specchi
  •  vetro speciale
  •  specchio antifortunistici
  •  specchio palestra
  •  spechio per il bagno
  •  specchi per l'amadio
  •  specchio su miosura

Capitale della moda, dell’economia e della vita notturna, Milano ha anche una storia lunga da raccontare. Piazzale Loreto è uno dei luoghi simbolo della Seconda Guerra Mondiale, qui si ricordano eventi tragici della storia d’Italia. Il 29 aprile 1945 i corpi di Benito Mussolini, Clara Petacci e altri 16 gerarchi giustiziati vengono trasportati a Milano e lasciati proprio in piazzale Loreto. La scelta del luogo dove esporre al pubblico il corpo del Duce non fu casuale: nella stessa piazza il 10 agosto 1944 i militi della Muti, comandati dal capo della Gestapo milanese Theo Saevecke, come rappresaglia per l’attentato gappista in Viale Abruzzi dell’8 agosto, fecero una strage fucilando 15 prigionieri antifascisti prelevati dal carcere di San Vittore. Li allinearono sul marciapiede tra viale Andrea Doria e corso Buenos Aires e furono lasciati esposti ai passanti. Li uccisero qui perché tutta la classe operaia milanese vedesse i corpi dei martiri, dato che questo era uno snodo nella rete dei flussi tra la campagna, la città e le fabbriche.

Piazzale Loreto è un simbolo della storia antifascista di Milano su cui si fonda tanta parte, come ha detto Giuliano Pisapia «di quella crescita civile degli ultimi decenni che ha reso Milano un modello di civismo e di partecipazione democratica. La nostra città oggi non sarebbe la stessa senza il sacrificio dei quindici partigiani. Non sarebbe la stessa senza la Resistenza, che ha rappresentato uno dei momenti più alti e qualificanti della nostra storia». Il Monumento ai Martiri della Liberazione di Giannino Castiglioni ne mantiene la memoria.

Per attraversare questa piazza trafficatissima occorre usare il sottopasso della metropolitana perché in realtà qui le protagoniste sono le vetture. Ma facendo osservando bene l’underground milanese di questa zona e possibile apprezzare il design della M1 e lo stile dei corrimano e delle segnaletiche che furono progettate da Franco Albini e Franca Helg in collaborazione con Bob Noorda. Per riqualificare tutta la zona, dopo Expo, è stata lanciata la proposta di ridisegnare lo snodo cittadino collocando in mezzo l’Albero della Vita, la torre di 35 metri in acciaio e legno di Marco Balich che è diventata simbolo dell’esposizione milanese.



indice

L'interessato letta l'informativa sotto riportata accetta espressamente la registrazione ed il trattamento dei propri dati che avverrà premendo il tasto 'Invia'.
Leggi l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679